Passiflora Venus | La Collezione Italiana di Maurizio Vecchia

Passiflora Venus, informazioni, classificazione, temperature. etimologia della Passiflora Venus. Scopri la Collezione Italiana di Passiflora di Maurizio Vecchia.

Passiflora Venus | La Collezione Italiana di Maurizio Vecchia

ORIGINE E DISTRIBUZIONE GEOGRAFICA:

P. 'Amethyst' x P. caerulea 'Constance Eliott'.
ibrido di origine orticola.


TEMPERATURA MINIMA: -


TEMPERATURA MINIMA IDEALE: -


ETIMOLOGIA: Per l'aspetto di grande stella bianca che richiama la luminosità del pianeta Venere.


FOTOGALLERY:


DESCRIZIONE:

La P. ‘Amethyst’ accetta il polline della P. caerulea e produce frutti contenenti semi ibridi. Da uno di questi, in cui ho utilizzato il polline della P. caerulea ‘Constance Eliott’, è nato questo ibrido.

Dopo due anni di pazienza comparvero i primi fiori dalla corolla bianca, retroflessa, e dalla corona violetta. In un primo momento mi parve di conoscere già questo fiore e di averlo già visto. Trovai infatti una certa somiglianza con quello della P. ‘Star of Clevedon’ che proprio in quel momento avevo in fioritura. Un semplice confronto però mi rivelò alcune differenze sostanziali.

La corona dei filamenti della P. ‘Venus’ è certamente più grande anche se più rada. Nella P. ‘Star of Clevedon’ ha una colorazione blu violetto intenso e copre meno della metà della corolla. Nella P. ‘ Venus’, invece, arriva quasi alla lunghezza dei petali e dei sepali. La sua colorazione ha una sfumatura più violetta e con un grande anello bianco a circa metà della sua larghezza. La forma stessa dei petali e dei sepali è diversa poiché quelli della P. ‘Star of Clevedon’ sono più stretti e slanciati.

L’impressione è quella di un fiore vaporoso come un piumino, poiché la grande corona è protesa in avanti, in direzione opposta a quella dei petali e dei sepali.

Ma non sono io l’autore della denominazione. Invia la fotografia al segretario del Club ‘Amici della Passiflora’ dicendo che non avevo intenzione di attribuire nessun nome a questo nuovo ibrido. La E-mail di risposta era intitolata ‘Venus’. Trovai il nome simpatico ed indovinato.

Questa pianta era vigorosa e produceva fiori molto grandi. La corolla aperta supera infatti i 12 cm. La fioritura è incessante per tutta estate.

Questo ibrido, che era stato collaudato con successo all’aperto anche nella riviera ligure, rimase in vita per alcuni anni poi è andato perduto. Ora è estinto.

Le talee stesse radicano con molta facilità ed in poco tempo si hanno piante pronte a fiorire.