Passiflora violacea | La Collezione Italiana di Maurizio Vecchia

Passiflora violacea, informazioni, classificazione, temperature. etimologia della Passiflora violacea. Scopri la Collezione Italiana di Passiflora di Maurizio Vecchia.

Passiflora violacea | La Collezione Italiana di Maurizio Vecchia

ORIGINE E DISTRIBUZIONE GEOGRAFICA:

P. racemosa x P. caerulea.
Ibrido di origine orticola



TEMPERATURA MINIMA: 5 °C


TEMPERATURA MINIMA IDEALE: 8 °C


FOTOGALLERY:


DESCRIZIONE:

 

La Passiflora x violacea è forse il primo di questi di cui si abbiano notizie certe. Venne creato da Mr. Milne di Fulham (Inghilterra) nel 1819.

I suoi fiori, del diametro di circa 12 cm, hanno sempre la corona bicolore: il centro è scurissimo e la periferia è bianca, con uno stacco netto tra le due tinte. La corolla è formata da sepali uncinati e da petali, entrambi di colore porpora intenso. Questo ibrido è dotato di buona rusticità e sopporta temperature vicine allo zero. A volte può perdere la parte aerea, tuttavia, se l’apparato radicale viene protetto da paglia o da torba, rispunta dalle radici in primavera ed arriva in fioritura in estate.

La coltivazione in vaso permette di avere piante con un maggiore periodo di fioritura e, se il vaso è grande, di grande effetto.

Una buona e regolare concimazione deve essere sempre attuata durante tutto il periodo vegetativo più intenso e va sospesa nei mesi freddi.