Passiflora fledermouse | La Collezione Italiana di Maurizio Vecchia

Passiflora fledermouse, informazioni, classificazione, temperature. etimologia della Passiflora fledermouse. Scopri la Collezione Italiana di Passiflora di Maurizio Vecchia.

Passiflora fledermouse | La Collezione Italiana di Maurizio Vecchia

ORIGINE E DISTRIBUZIONE GEOGRAFICA:

P. biflora x P. perfoliata.
Ibrido di origine orticola.


TEMPERATURA MINIMA: 8 °C


TEMPERATURA MINIMA IDEALE: 10 °C


ETIMOLOGIA: Dalle foglie a forma di ali di pipistrello. 


FOTOGALLERY:


DESCRIZIONE:

La P. biflora (madre) possiede foglie bilobate, coriacee, dai lobi corti ed arrotondati. La P. perfoliata (padre) li ha invece più lunghi, stretti ed appuntiti. Le foglie bilobate di questa ibrido hanno amplificato le caratteristiche comuni ad entrambi i genitori, poiché sono diventate larghe, consistenti e dai lobi molto accentuati. È quindi giustificato il richiamo alla forma delle ali di pipistrello.

I genitori hanno lasciato le loro tracce non solo nelle, foglie ma anche nei fiori. Il colore è simile a quello dei fiori della P. perfoliata, anche se i sepali ed i petali più grandi. La P. ‘Fledermouse’ fiorisce nel modo caratteristico della P. biflora, poiché porta coppie di fiori ad ogni nodo dei fusti. La P. perfoliata invece reca fiori in racemi terminali, dove gli internodi sono molto corti.

Il fiore (diametro cm 5-6) è composto da 5 sepali e da 5 petali di colore rosa antico. Hanno forma simile e lunghezza uguale. La corona, composta da una sola serie di tozzi filamenti, è gialla, è più aperta rispetto a quella della P.  perfoliata, ma non così grande e di colore così intenso come quella della P. biflora.

Questo rampicante ha portamento robusto e cresce con sorprendete rapidità. Fiorisce altrettanto bene e con continuità durante tutto il periodo estivo.

Deve essere coltivato in un vaso di almeno 20-25 cm di diametro dotato di alti tralicci. La P. ‘Fledermouse’, infatti, non si può costringere in piccoli spazi, poiché i suoi tralci tendono a crescere diritti verso l’alto.

La rusticità è limitata, circa 8 °C di temperatura minima durante il periodo invernale. Qualche grado in meno, per brevi periodi, è comunque tollerato. Tuttavia, è una pianta robusta che sopporta facilmente stress e colpi di freddo.

La propagazione avviene solo per talea o per propaggine.