Passiflora lindeniana | La Collezione Italiana di Maurizio Vecchia

Passiflora lindeniana, informazioni, classificazione, temperature. etimologia della Passiflora lindeniana. Scopri la Collezione Italiana di Passiflora di Maurizio Vecchia.

Passiflora lindeniana | La Collezione Italiana di Maurizio Vecchia

Classificazione (J. MacDougal ed altri, 2004)

SOTTOGENERE: astrophea
SUPERSEZIONE: astrophea
SEZIONE: astrophea


ORIGINE E DISTRIBUZIONE GEOGRAFICA:

Montagne della Colombia occidentale.


TEMPERATURA MINIMA: 5 °C


TEMPERATURA MINIMA IDEALE: 10 °C


SINONIMI:


ETIMOLOGIA:

Dedicata al botanico, esploratore e orticoltore belga Jean Jules Linden (1817-1898)


NOTE:  Cromosomi: 2n=12


FOTOGALLERY:


DESCRIZIONE:

La rara P. lindeniana non è un rampicante, ma un piccolo albero, come molte delle passiflore appartenenti al sottogenere Astrophea, supersezione Astrophea, sezione Astrophea.

Ha molte affinità con la P. macrophylla, da cui però si differenzia in particolare per le dimensioni delle foglie che raggiungono solo i 25 cm di lunghezza ed i 15 di larghezza. Vive sulle montagne del Venezuela fino ad altitudini di circa 2500 m, dove è a rischio di estinzione. Per questa ragione sono in corso tutti gli sforzi possibili per salvare a specie che, probabilmente, è acclimatabile anche in Italia nelle zone più miti della Liguria e del Sud. John Vanderplank ritiene che possa sopravvivere all’aperto in Cornovaglia e nelle Isole Scilly.

Non è, però, una pianta di facile coltivazione: quasi certamente richiede un terriccio particolare, a pH alcalino, ricco di sabbia e ben drenato, pur in un ambiente dall’atmosfera molto umida e calda. È inoltre sensibile all’attacco di funghi a livello delle radici. Questo spiega perché chi ha tentato di coltivare la P. lindeniana, pur ottenendo una rapida germinazione dei semi, ha incontrato spesso degli insuccessi per l’improvvisa morte delle piccole piante.

Questo albero arriva ad 8 m di altezza, ha foglie di forma ovata-lanceolata, sub-acute, di colore verde glauco.

I fiori sono di colore bianco con corona gialla ed hanno il diametro di circa 6 cm. I sepali rimandano una sfumatura verde chiarissimo, mentre i petali sono completamente bianchi. È interessante la forma dei filamenti, poiché quelli appartenenti alla corona più esterna, di colore giallo intenso, hanno l’apice appiattito e falcato.

I frutti sono ovoidi dalla base allargata del diametro di circa 5 cm.

La riproduzione è per seme.