Passiflora vespertilio | La Collezione Italiana di Maurizio Vecchia

Passiflora vespertilio, informazioni, classificazione, temperature. etimologia della Passiflora vespertilio. Scopri la Collezione Italiana di Passiflora di Maurizio Vecchia.

Passiflora vespertilio | La Collezione Italiana di Maurizio Vecchia

Classificazione (J. MacDougal ed altri, 2004)

SOTTOGENERE: decaloba
SUPERSEZIONE: decaloba
SEZIONE: decaloba


ORIGINE E DISTRIBUZIONE GEOGRAFICA:

Guyana Francese, Surinam, Trinitad.


TEMPERATURA MINIMA: 10 °C


TEMPERATURA MINIMA IDEALE: 12 °C


SINONIMI: P. europhylla Mast., P. geminiflora DC., P. hemicycla G. F. W. Mey., P. surinamensis Miq.


ETIMOLOGIA: Riferita alla forma di ali di pipistrello delle foglie (Lat. vespertilio, pipistrello).


FOTOGALLERY:


DESCRIZIONE:

La lamina fogliare lucida è caratteristica di molte specie provenienti dalla Guyana francese e da quella inglese. La forma delle foglie, bilobate e tronche, portate traverse e sorrette da un lungo picciolo privo di ghiandole, è tipica del Sottogenere Decaloba.

Le foglie di questa pianta sono curiose ed ancora una volta il riferimento è alle ali di pipistrello, proprio per la loro caratteristica di essere, rispetto al picciolo, più larghe che lunghe.

Misurano infatti fino a 10 cm di lunghezza e a 12 cm di larghezza. La base è arrotondata a semicerchio. Una linea leggermente concava, che delimita i lobi laterali, interrompe la curvatura del semicerchio stesso. Un piccolo cenno di terzo lobo centrale è evidenziato da una cuspide tozza, che si trova in corrispondenza dell’estremità della nervatura centrale.

I fiori sono bianchi e verdi ed hanno un diametro di circa 5 cm.  La pagina superiore dei sepali, che sono piuttosto attorcigliati e mossi, è verde ai bordi e all’estremità, sfuma poi al bianco puro nel mezzo. I petali, più corti e regolari, sono completamente bianchi. La corona è dello stesso colore bianco ed anch’essa è contrastata con il verde dell’androginoforo. È composta da due serie di filamenti ligulati portati in modo disordinato ed irregolare.

Il frutto ovoidale, di circa 2 cm di diametro, è porpora scuro a maturazione.

 Questa passiflora è un rampicante vigoroso e robusto, dotato di vivacità nella crescita. Oltre che per la bellezza delle sue foglie è coltivata dai collezionisti di farfalle tropicali, perché alcune di quelle più colorate compiono il loro ciclo proprio su questa pianta.

Richiede temperature minime di 10 °C, si propaga per semina e per talea.